Cerca tra le Ricette

Samosa

Samosa ricetta indiana originale per dei Ravioloni ripieni di Verdure e Fritti piatto completamente vegano e super gustoso da provare!

INGREDIENTI:
per la pasta:
200 g di farina.
4 cucchiai d'olio di arachidi.
Acqua da vedere al momento.
Sale: un pizzico.

per il ripieno:
4-5 patate medie.
1 peperoncino verde dolce.
1 cipolla.
100 g di piselli.
2-3 cm di zenzero macinato.
Semi di cumino, un cucchiaino abbondante.
Coriandolo in polvere, un cucchiaino scarco.
Madras (o curry) un cucchiaino abbondante.
Sale, un cucchiaino.
Olio 2 cucchiai per saltare la cipolla.
Olio per friggere.

PREPARAZIONE:
Come prima cosa preparate la pasta: mettete la farina in un recipiente e aggiungete l'olio e il sale. Mescolate bene con la forchetta, schiacciando i grumi fino a quando non diventa tutto simile a sabbia. A questo punto aggiungete l'acqua, mettetene molto poca, io di solito ne metto meno di mezzo bichiere. L'impasto deve restare bello duro, se no sarà molto difficile fare i samosa. A questo punto impastate per 5 minuti, o fino a quando sarà di una buona consistenza e mettete a riposare in frigo per 40 minuti un'ora. Nel frattempo facciamo lessare le patate.
A questo punto prepariamo il ripieno: Tritiamo bene la cipolla, e maciniamo lo zenzero. Versiamo un poco d'olio in padella e facciamo soffriggere la cipolla con i semi di cumino. Aggiungiamo lo zenzero, il peperoncino affettato in piccoli pezzi, i piselli, il sale e le spezie. Facciamo cuocere per 5 minuti, se dovesse servire si può aggiungere un goccio d'acqua. A questo punto uniamo le patate lessate e tagliate e schiacciamole un pò. Lasciamo cuocere ancora un pò. Quando il tutto ha una buona consistenza pastosa, fermiamo la fiamma e lasciamo raffreddare un pochino.
Prepariamo i fagottini: bisogna fare delle palline di pasta, con queste proporzioni ne dovrebbero venire 12-14. Poi le schiacciamo con un mattarello e facciamo dei dischi di circa 12-14 cm di diametro. Li tagliamo a metà. Ora sulla parte tagliata passiamo un dito bagnato e appiccichiamo i due lembi facendo un cono. Riempiamo il cono con la giusta quantità di ripieno (un cucchiaio circa) e sempre bagnando con una goccia d'acqua i bordi che sono rimasti aperti, li incolliamo chiudendo il fagotto.
Ora mettiamo l'olio per friggere (di semi) in un pentolino, mettiamone tanto, in modo che i samosa siano completamente sommersi. Per semplificare la cosa, utilizzate un pentolino piccolo per risparmiare olio, ne farete friggere 3 alla volta. Come ho già detto, l'olio deve sommergere i samosa e deve essere bello caldo, in questo modo la frittura sarà più leggera! Quando i samosa sono dorati, sono pronti. Si possono fare anche al forno, si copre con molto olio una telia, si ungono i fagottini e li si cuoce per un 15 minuti a 200°, o almeno fino a quando saranno dorati. Io ho provato in entrambi i modi, ma se li friggete bene non saranno per niente pesanti!