Cerca tra le Ricette

DOLCI TORTE E PASTICCINI GOLOSI

Dolci: ricette di torte, biscotti, semifreddi e dolci al cucchiaio per chi mangia sano non rinunciando al gusto.

barbajada alla milanese

La Barbajada prende il nome da Domenico Barbaia, un ex barista, divenuto impresario del Teatro alla Scala, che l'avrebbe inventata nella prima metà del 1800, è un dolcetto sfizzioso e semplice da gustare caldo o freddo tutto l'anno! 

INGREDIENTI:
1 tazza di caffè forte
1 tazza di latte
1 tazza di cioccolato fondente fuso
panna fresca montata q.b.
cacao amaro in polvere q.b.
zucchero q.b. secondo i gusti

PREPARAZIONE:
In un pentolino versate il caffè, zuccherando a piacere, il cioccolato e il latte. Lavorate a fiamma bassa con la frusta, finchè il composto è molto spumoso.
Togliete dal fuoco e versate in tazza, decorando con panna montata e una spruzzata di cacao.
Per la versione estiva, procedete nello stesso modo ma frullando a freddo con l'aggiunta di qualche cubetto di ghiaccio. Servite, in questo caso, la Barbajada in un bicchiere alto decorando con la panna e il cacao.

 

Bavarese alla Vaniglia ricetta per un dolce da frigo, fresco e goloso adatto a tutti i palati e semplicissimo da realizzare.

 

INGREDIENTI:
Latte 300 ml
Tuorli 4
Panna montata 500 gr
Zucchero 170 gr
Colla Di Pesce 8 gr
Vaniglia 1/2 stecca

PREPARAZIONE:
Mettete in acqua ad ammollare la colla di pesce. In una terrina montate i tuorli con lo zucchero. Aggiungete il latte caldo, la stecca di vaniglia; trasferite il preparato in una casseruola e mettete sul fuoco senza far bollire. Togliete dal fuoco, eliminate la stecca di vaniglia ed unite la colla di pesce strizzata e fatela sciogliere mescolando. Fate raffreddare. Intanto montate la panna ed incorporatela delicatamente al composto. Trasferite in uno stampo e mettete in frigo a rassodare almeno 6 ore.

birbanti

Birbanti ricetta classica dei biscotti alle Uova e Zucchero con Pinoli tostati una vera golosità!

INGREDIENTI:
250g di zucchero bianco
150g di farina 00
60gr di pinoli tritati
2 albumi
buccia di 1 arancia grattuggiata
1 bastoncino di cannella
sale q.b.

PREPARAZIONE:
in una terrina mescolare lo zucchero, la farina, i pinoli un poco di scorza grattuggiata d'arancia e la cannella in polvere.
Montare i bianchi a neve ferma con un pizzico di sale, incorporare poi al composto preparato in precedenza mescolando dal basso verso l'alto.
Dall'impasto ricavare tanti bastoncini dalle dimensioni di un dito circa, metterli sula teglia e infornarli a 200°C per 10 minuti.

 

 

WP 001515

Bonet al Cioccolato Fondente e Amaretti ricetta del dolce tipico della tradizione piemontese, facile da realizzare e veramente goloso .

INGREDIENTI:
500 gr di farina
3 cucchiaini rasi di lievito per dolci
4 cucchiai di zucchero
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di fiori di lavanda alimentare tritati finemente
120 gr di burro a temperatura ambiente
1 cucchianio di polvere d'arancia
o la buccia grattugiata di un limone
200 ml di latticello
1/2 limone (succo)

PREPARAZIONE:
Mischiate la farina con il lievito, lo zucchero, il sale, la lavanda e la polvere d'arancia (o buccia di limone/arancia). Unite il burro e lavorate il tutto con le punte della dita fino ad ottenere una massa molto briciolosa. Aggiungete quindi il latticello e il succo di limone e lavorate l'impasto con le mani. Stendete il tutto sul piano di lavoro infarinato (2 cm di altezza circa) e ritagliate dei dischi di impasto usando ad esempio un coppapasta.
Disponete gli scones su una teglia rivestita di carta da forno e cuocete nel forno preriscaldato a 200°C per circa 15-25 minuti (dipende dal forno) finchè non risulteranno leggermente dorati.

Brioche "col tuppo" con pasta e lievito madre ricetta originale siciliana per un dolce senza tempo da gustare !

INGREDIENTI:
(per circa 20 briosche)
1/2 kg di farina 00
80 g di latte fresco intero
200 g di pasta madre rinfrescata e arzilla
180 g di uova
70 g di zucchero
15 g di miele
10 g di rum
2 g di buccia di limone
1/2 bacca di vaniglia
180 g di burro
8 g di sale

per la lucidatura finale:
tuorli
panna

Piccolo consiglio:
Per ottenere una profumazione molto più intensa, lasciate a macerare gli aromi in infusione per alcune ore prima di usarli nell'impasto (Mettete buccia di limone grattugiata, semini di vaniglia, miele e rum tutti insieme in una ciotolina coperta con pellicola e riponetela in luogo fresco e asciutto, anche per un'intera notte).

PREPARAZIONE:
Spezzettate la vostra pasta madre rinfrescata e bella arzilla e versatela nella ciotola della planetaria con il latte tiepido, azionate la macchina a velocità ridotta e fate girare fino a completo scioglimento del lievito nel latte. Aggiungete le uova intere, lo zucchero, gli aromi (buccia di limone, rum e vaniglia) la farina ed il miele e azionate nuovamente la macchina a bassa velocità per una decina di minuti.
Nel frattempo sbattete a parte il burro con il sale e - quando si sarà ben ammorbidito - aggiungetelo poco per volta all'impasto.
Continuate ad impastare fino a che la pasta avrà raggiunto l'incordatura, quando avrà cioè la consistenza di un panetto liscio ed omogeneo, ma soprattutto elastico.
Ribaltate su un piano di lavoro e cercate di dare all'impasto una bella forma sferica, pirlatelo (come si dice in gergo) e quando sarà liscio e compatto ponete in una ciotola a lievitare
per almeno 4-5 ore coperto con pellicola ed in un ambiente tiepido e possibilmente molto umido.
Per una lievitazione ottimale la temperatura dovrebbe aggirarsi intorno ai 30°C con un tasso d'umidità dell'80% . I tempi di lievitazione dipenderanno molto dalla forza della vostra pasta madre, dal grado di umidità della vostra casa, dalle condizioni climatiche, dalla durezza dell'acqua che utilizzerete per l'impasto, influiscono molteplici fattori...in ogni caso dovrete aspettare che la pasta abbia raggiunto il doppio del suo volume iniziale. Io per avere una "cella di lievitazione" ottimale lascio accesa la lucina del mio forno , ci metto dentro una ciotolina piena d'acqua e lascio il mio impasto a lievitare coperto con pellicola fino al raddoppio.
A questo punto sgonfiate con le dita la vostra pasta e formate tante palline del peso di circa 60 g ciascuna, arrotondatele per bene rigirandole sui pollici e arrotondate poi tante palline più piccole che porrete sopra le altre.
Mettete a lievitare direttamente sulla leccarda del forno rivestita con carta forno, avendo cura di posizionare le briosche ben distanti tra loro: ricordatevi che gonfieranno e gonfieranno e gonfieranno ancora.....fino al raddoppio.
Trascorso il tempo lucidatele con una miscela di tuorli e panna in pari quantità (per es. 30 g tuorli+ 30 g panna)
ed infornate in forno statico preriscaldato a 180° fino a doratura. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.
Se vi piace spolverate di zucchero a velo e ..... servite semplici, con nutella, gelato, marmellata o quel che più vi piace.